ROBOTICA SOCIALE

Attraverso l’utilizzo delle più avanzate soluzioni della tecnologia dell’informazione e della comunicazione si è proposto di esplorare nuove strategie nel campo della diagnosi e dell’intervento e riabilitazione dei bambini con disturbi dello spettro autistico. NAO (Aldebaran Robotics), è un piccolo robot umanoide che comunica attraverso semplici movimenti corporei e con linguaggio verbale. In nostri studi sono stati condotti test d’interazione del bambino con il robot durante protocolli di imitazione e di attenzione condivisa mentre il bambino indossava sensori indossabili per il monitoraggio di parametri fisiologici. L’uso di NAO si è prefissa di aumentare l’efficacia del trattamento terapeutico grazie anche alla “personalizzazione” e all’adattamento continuo alle caratteristiche peculiari di ciascun bambino e all’evoluzione della sua patologia.
Il percorso sperimentale ‘NAO robot’ si articolerà in sessioni bi-mensili della durata di 3 ore. Durante la prima ora i partecipanti costituiranno un gruppo unico coordinato da uno specialista. Nell’arco di questa prima ora i partecipanti supportati dallo specialista si confronteranno attorno ad un tema specifico proposto dallo specialista a partire dall’ esperienze raccontate dal gruppo. La seconda ora sarà dedicata alla sperimentazione dell’uso con NAO robot. La terza ora sarà quella di chiusura durante la quale i partecipanti, in gruppo, racconteranno la loro esperienza con NAO robot da un duplice punto di vista: quello contenutistico (la programmazione) e quello affettivo/emozionale (l’interazione con NAO robot). Durante il percorso ‘NAO robot’ gli specialisti saranno coadiuvati da personale informatico/ingegneristico.